PCM Industry

Ottimizzazione dei processi di separazione di acque oleose in Australia

La società d’ingegneria  australiana Ultraspin Technology Pty Ltd, specializzata nella progettazione e realizzazione di separatori per acque oleose ad alta prestazione, produce separatori utilizzati per il recupero di grassi oleosi e solidi dai flussi delle acque reflue. Queste attrezzature vengono installate in vari tipi di  industria, come quella minenaria, oil&gas, energetica ma anche alimentare.

Gli skid della Ultraspin Technology Pty Ltd si basano sulla separazione a ciclone (sfruttando la forza centrifuga) e sull’utilizzo delle pompe a cavità progressiva. “ Un importante fattore di progetto che dobbiamo tenere in considerazione per la realizzazione dei nostri separatori è la selezione della giusta pompa per i nostri sistemi. Una selezione adeguata della pompa è importante per prevenire un’eccessiva agitazione meccanica, in ordine di ridurre l’emulsionamento dell’acqua oleosa prima che entri nei separatori Ultraspin. Le pompe più appropriate per tale applicazione sono le pompe a cavità progressiva (PCP). A seguito di un’estesa indagine, abbiamo osservato che il minor emulsionamento e la maggior efficienza sono garantiti dalla gamma di pompe PCM.” Afferma Ivano Simonetto, Ultraspin Engineering Manager.

Ultraspin ha scelto di introdurre le pompe a cavità progressiva PCM in sostituzione delle pompe pneumatiche ad aria compressa. Le pompe PCM, molto meno costose, sono particolarmente apprezzate per la loro ridotta azione di taglio che permette la formazione di gocce di olio più grandi così da massimizzare i tassi di recupero di olii e grassi.

 “Le pompe PCM soddisfano e superano i nostri rigidissimi requisiti per il ridotto tasso di ricircolo richiesto, pur trasferendo fluidi in pressione ai nostri sistemi”, dice Ivano Simonetto. “Inoltre, le pompe sono molto solide e robuste. Sono infatti in grado di resistere in ambienti severi come ad esempio nei siti di estrazione mineraria più remoti.”

Molte pompe a cavità progressiva PCM sono già state integrate in skid Ultraspin esistenti, incluse le pompe a statore flottante 4M6F, realizzati in Australia per Rio Tinto, una delle più grandi compagnie minerarie. Anche molte 60I10, 60M12S, 40M12S, 25M12S e 6M12S sono parte della fornitura.

Il cliente è molto soddisfatto del rapporto con PCM. “ Thomas Piclin ed il team PCM sono stati capaci di capire la nostra attività e le nostre specifiche esigenze. Sono stati in grado di selezionarci una pompa che soddisfi i nostri requisiti di processo, che sia affidabile ed economicamente vantaggiosa. Il team PCM risponde velocemente e le forniture rispettano i tempi di consegna per cui raccomandiamo assolutamente PCM a chiunque sia interessato in pompe a cavità progressiva”, conclude l’Engineering Manager.

Contesto

CLIENTE

Società ingegneristica Ultraspin Technology Pty Ltd in Australia

SFIDA

Incremento dei tassi di recupero di olii e grassi

BENEFICI

  • Pompe con bassi effetti di taglio
  • Compatte
  • Robuste